Outdoor

La posizione e la conformazione del territorio fanno di Maratea e dei suoi dintorni luoghi versatili anche per gli amanti di attività en plein air.

D’altronde bastano pochi chilometri per raggiungere le vette del Parco Nazionale del Pollino o del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, entrambi location ideali per appassionati di trekking o mountain bike, rafting o canyoning, passeggiate a cavallo o birdwatching.
Nel territorio di Maratea la presenza di gole, insenature, spiagge e grotte consentono al visitatore di dedicarsi ad appassionanti gite in barca, in veliero, pogate in kajak, avventurose immersioni tra fondali incontaminati e visitare, così, luoghi raggiungibili solo  via mare. Per i piu’ audaci e avventurosi è possibile ammirare i 32 km di costa anche da una prospettiva insolita, dall’alto, grazie all’esperienza in parapendio. Da non perdere, soprattutto per escursionisti esperti, sono i percorsi alla scoperta delle pendici dei monti Crivo e Coccovello, entrambi siti di interesse comunitario, mentre più semplice, quindi adatto anche alle famiglie, è l’itinerario che dal centro storico di Maratea porta fin sotto alla statua del Redentore, sul Monte San Biagio. Lo stesso tratto, lungo percorsi alternativi e più faticosi, si presta a chi è alla ricerca di sfide avvincenti in mountain bike.

Coinvolgente, sebbene più complesso, è poi l’itinerario che conduce fino alla “Grotta dell’Eremita” attraverso un sentiero ripido e tortuoso. Da non perdere è anche lo spettacolo offerto dalla “Grotta delle Meraviglie”, uno degli antri più piccoli dell’intero territorio nazionale, caratterizzata da stalagmiti e stalattiti creati dalla laboriosa attività dell’acqua nel tempo.